domenica, ottobre 01, 2006

Non scagioniamo il comunismo.

C'è un nesso oggettivo tra gli errori della teoria e gli errori della prassi. Un suo frutto è il negazionismo comunista, ovvero la tendenza a negare la portata degli orrori o a circoscriverli a deviazioni improprie dal percorso originario. Le intenzioni erano buone, gli esiti malvagi: è l'alibi intellettuale per scagionare il comunismo.


Marcello Veneziani, La cultura della destra.

2 commenti:

Mangiafuoco ha detto...

Sistematicamente l'applicazione del comunismo ha prodotto dittature e orrori. Probabilmente non è infondato ritenere che ci sia un collegamento, o addirittura una regola ancora indecifrata, fra le nobili intenzioni e i catastrofici esiti del comunismo...

Marticus ha detto...

Nonostante i buoni ideali Del Comunismo, è facile evicere come non sono mai stati portati all'atto dai regimi ispirati da questi, ma, al contrario, sono stati bloccati nel lato negaivo del loro carattere. E' possibile che il problema parta dall'ideale e non dal suo attuarsi? Probabile.